(IN) Netweek

MILANO

Cellfina, la soluzione per debellare la cellulite Una nuova apparecchiatura medico scientifica contro la buccia d’arancia

Share

Con l’arrivo dell’estate si ripropone per 14 milioni di donne in Italia il dramma della cellulite. Secondo una ricerca Nielsen, sono le italiane le più preoccupate per questo inestetismo, seguite da russe, spagnole e brasiliane. Ma da oggi c’è una risposta nuova, efficace e sicura: si chiama Cellfina.

«Per capire come funziona Cellfina - spiega il dottor Pier Luca Bencini, specialista in Dermatologia e direttore scientifico dell’Istituto di Chirurgia e Laserchirurgia in Dermatologia di Milano - è fondamentale sapere che nella genesi dell’inestetismo un ruolo chiave lo rivestono i setti del pannicolo adiposo, che nella donna sono perpendicolari alla cute e quindi, determinando una trazione verso il basso, danno origine alla cosiddetta “buccia d’arancia”, complicata naturalmente da cofattori quali la ritenzione idrica e l’aumento di spessore del pannicolo». Cellfina, grazie la metodo di subcision guidata, consente di recidere in maniera controllata questi setti fibrosi, con risultati garantiti e riproducibili e con efficacia e sicurezza approvate dal Food and Drug Administration statunitense.

«Il medico utilizza un ago sottile a una profondità di 6 mm o a 10 mm e grazie a una particolare piastra riesce a recidere i setti in maniera omogenea e alla stessa altezza - specifica la dottoressa Ginevra Migliori, chirurgo plastico e Field Clinical Specialist Cellfina in Italia - Al termine la paziente ha solo un leggero edema, che si riassorbe nel giro di 5-6 giorni». La seduta dura in tutto meno di un’ora e richiede solo un’anestesia locale.

L’efficacia e la sicurezza di Cellfina sono dimostrate da uno studio pilota, condotto su un campione di 55 donne adulte con cellulite da moderata a grave che sono state sottoposte a un singolo trattamento, che ha dimostrato una riduzione degli inestetismi nel 100% dei casi, una percentuale di soddisfazione delle pazienti trattate dell’85% a tre mesi dal trattamento e del 94% a un anno. A due anni dal trattamento, la percentuale di soddisfazione dei pazienti sale al 96% e si attesta al 93% dopo 3 anni.

Cellfina è l’ultimo medical device sviluppato da Merz e, come afferma Ezio Frisa, ceo Merz Pharma Italia, «sottolinea l'impegno della nostra azienda a investire in ricerca e innovazione per essere sempre accanto a chirurghi, dermatologi e medici con soluzioni efficaci e sicure per soddisfare le esigenze dei pazienti».

Leggi tutte le notizie su "Giornale di Lecco"
Edizione digitale

Autore:gmc

Pubblicato il: 01 Maggio 2017

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti

Hai a disposizione 2500 caratteri

Ne stai uililizzando 20

Per commentare devi essere loggato.